Sedazione cosciente con anestesia per via endovenosa

Approfondimento clinico:

La sedazione cosciente: esecuzione della tecnica di sedazione cosciente per via endovenosa

La sedazione cosciente per via endovenosa offre maggiori garanzie di sicurezza rispetto ad altre vie di somministrazione ed è consigliata per interventi chirurgici implantari rilevanti.

image006 1

  • La sedazione cosciente endovenosa deve essere effettuata con un solo farmaco.
  • Può essere preceduta da una pre-sedazione per via gastrointestinale effettuata con lo stesso genere di farmaci.
  • La sedazione cosciente endovenosa deve essere effettuata dopo valutazione dello stato fisico e dei fattori di rischio del paziente. Nei pazienti giovani e clinicamente stabili (ASA 1 e 2) la valutazione preoperatoria può consistere nella semplice identificazione della storia clinica e dei farmaci assunti abitualmente. Nei pazienti clinicamente instabili (ASA 3 e 4) ed in quelli affetti da importanti patologie dovrebbe essere consultato uno specialista e valutare il rischio.
  • Nel paziente sottoposto a sedazione cosciente endovenosa si devono monitorizzare clinicamente e strumentalmente la funzioni vitali.
  • Durante l’intervento dovrebbero essere approntati specifici provvedimenti allo scopo di controllare continuativamente la persistenza dello stato di vigilanza del paziente e la correttezza delle risposte ai comandi verbali.
  • E’ richiesto in tutti i casi il posizionamento di un catetere venoso ed il mantenimento della pervietà della via venosa durante il periodo operatorio.
  • L’esecuzione della sedazione endovenosa deve essere effettuata da un dentista esperto in sedazione cosciente con la collaborazione di una seconda persona, qualificata ed esperta nel controllo delle funzioni vitali del paziente.

La dimissione deve comprendere l’esecuzione di tests per la verifica del recupero completo delle funzioni psicomotorie e può prevedere la sosta forzata del paziente in una sala di risveglio.

I farmaci

L’ansiolisi deve essere ottenuta privilegiando l’impiego di farmaci ansiolitici. L’impiego di farmaci sedativi può provocare effetti ansiolitici disgiunti e/o minori rispetto a quelli ottenuti con l’impiego dei farmaci ansiolitici. L’ansiolisi determina una depressione del sistema nervoso centrale tale da rassicurare il paziente e di permettere che l’intervento odontoiatrico possa essere effettuato con livelli minimali di stress psicologico e fisiologico.  L’ansiolisi può essere ottenuta con l’impiego di farmaci ansiolitici o sedativi somministrati attraverso vie diverse.

L’AINOS raccomanda che l’ansiolisi nell’adulto venga ottenuta attraverso la somministrazione per via endovenosa di farmaci benzodiazepinici ad attività ansiolitica prevalente. In questo caso l’ansiolisi consiste nell’ induzione di livelli soggettivi di massima tranquillità, intesa come end-point privilegiato fra i diversi effetti farmacologici collaterali dose-dipendente (sedazione, effetto anticonvulsivante, amnesico etc.).

image004 1
L’AINOS informa che l’ansiolisi può essere ottenuta anche con la somministrazione per via endovenosa di farmaci benzodiazepinici ad attività sedativa prevalente. In questo caso l’end-point privilegiato consiste in un livello di depressione della coscienza obiettivamente rilevabile consistente in diminuzione dell’eccitabilità, durante il quale il paziente risponde in modo avveduto ai comandi verbali. Durante l’effetto sedativo raggiunto lo stato di vigilanza deve essere sempre conservata. Ricorrendo a tali farmaci l’ansiolisi può non essere adeguata.

Il monitoraggio

Il monitoraggio consiste nella osservazione clinica del paziente e nella valutazione strumentale, avendo particolare cura nell’eseguire i seguenti rilevamenti:

  • Il monitoraggio clinicoIl colore delle mucose, della pelle e del letto ungueale devono essere valutati in continuazione.
  • L’ossigenazione.La saturazione dell’ossigeno deve essere rilevata e valutata in modo continuativo mediante pulsiossimetro.
  • La ventilazione.Le escursioni del torace devono essere osservate in continuazione. Quando possibile l’escursione diaframmatica potrà essere rilevata anche strumentalmente. La valutazione della ETCO2 potrà essere effettuata nei pazienti con turbe del trasporto della CO2 polmonare.
  • La circolazione.Deve essere valutata in modo continuativo la pressione arteriosa, la frequenza cardiaca ed il tracciato ECG.  I dispositivi elettronici oggi disponibili permettono la registrazione simultanea dei parametri cardio respiratori richiesti.

Ogni persona è unica e presenta una situazione clinica differente, che va valutata in tutti i suoi aspetti. Siamo consapevoli di quanto sia importante avere un’idea chiara e dettagliata dei costi prima di intraprendere una qualunque cura dentale o medica in generale; proprio per questo motivo presso la nostra clinica la Visita Dentale di controllo o prevenzione è Senza Impegno.

E’ l’atto medico fondamentale per avere chiara la propria situazione in merito alla salute orale e alle cure necessarie per ripristinarla. Potete fissare un Appuntamento ed un medico odontoiatra specialista potrà valutare il vostro caso specifico, illustrandovi il vostro Piano di Cura Personalizzato.

Relativi costi e soluzioni di pagamento vi verranno ampliamente descritti in sede di visita, naturalmente senza alcun impegno da parte vostra. Cliccate il bottone qui sotto, Inviate la vostra Richiesta di Prenotazione e Verrete ricontattato dal nostro personale.