Chiamaci allo 011.205.93.71 Via Nicola Porpora 61, 10154 Torino
Open hours: Lun-Ven: 9:30 - 19:30 - Sab: 9:30 - 13:30
Close
Chiamaci allo 011.205.93.71

Come possiamo intervenire per raddrizzarli

L’ortodonzia, o più esattamente ortognatodonzia, è quella particolare specializzazione dell’odontoiatria che si occupa della correzione delle malformazioni del mascellare superiore e inferiore (mandibola) e, in particolare, delle anomalie di posizione dei denti e del conseguente danno che queste alterazioni portano sull’estetica facciale e sulle funzioni respiratorie, masticatorie e fonatorie.

Essa studia le diverse anomalie della costituzione, sviluppo e posizione dei denti e delle ossa mascellari e mandibolari; ha lo scopo di prevenire, eliminare o attenuare tali anomalie mantenendo o riportando gli organi della masticazione e il profilo facciale nella posizione più corretta possibile.

La pratica ortodontica consiste sostanzialmente in due tipi di terapia che molto spesso sono consequenziali: la terapia ortodontica mobile funzionale e la terapia ortodontica fissa.

La prima visita si consiglia verso i 5/6 anni di età, tuttavia è possibile intervenire anche in età adulta.

Proponiamo ortodonzia per adulti di tipo mobile (notturna), fissa (anche con brackets estetici) o con allineatori trasparenti Invisalign®, di cui siamo un centro certificato.

Come possiamo intervenire?

  • Terapia ortodontica fissa: 

E’ il sistema tradizionale per l’allineamento dei denti nell’adulto. Una volta completata la permuta dentale e terminata la crescita facciale (tra i 12 e i 13 anni nella maggioranza dei casi) non è più possibile realizzare dei cambiamenti scheletrici in una struttura stabilizzata e quindi, per correggere la malocclusione, è necessario spostare i denti meccanicamente con apparecchi fissi.

Gli apparecchi fissi sono composti da una parte incollata ai denti (brackets) che accoglie archi metallici in leghe speciali, opportunamente modellati. Gli archi vengono modificati, modellati e sostituiti, in base alle esigenze, fino ad arrivare alla conclusione del caso. Inoltre sono essenziali altre componenti come gli elastici, le molle, le viti e le trazioni esterne.

Possono venire usati brackets metallici, ma è possibile usare altri materiali per la realizzazione di questi attacchi, ad esempio la ceramica. I brackets di ceramica, denominati anche brackets “estetici” presentano una colorazione similare a quella dei denti e pertanto sono meno visibili.

Principalmente gli apparecchi ortodontici fissi vengono utilizzati nei casi di grave disallineamento dei denti perché riescono a spostare gli elementi dentali con ottimi risultati.

  • Terapia ortodontica trasparente Invisalign®

Invisalign è un metodo praticamente invisibile per riallineare i denti e ottenere il sorriso che avete sempre desiderato.

Con l’uso di un’avanzata tecnologia computerizzata di immagini 3D, Invisalign visualizza il piano di trattamento completo basato sulla prescrizione del medico, dalla posizione iniziale dei denti sino alla posizione finale desiderata (clin check).

In seguito, una serie di aligner (mascherine) trasparenti viene realizzata su misura ed esclusivamente per i vostri denti, in modo da farli spostare lentamente. Ciascun aligner viene utilizzato per circa 2 settimane prima di essere sostituito dalla serie successiva, finché non si raggiunge la posizione finale stabilita. Il periodo di trattamento con Invisalign sarà determinato dall’odontoiatra certificato Invisalign o dall’ortodontista in base alle vostre esigenze specifiche.

Quali tipologie di malocclusione esistono?

 

Ecco i principali problemi ortodontici:

Affollamento dentale: 

Lo spazio disponibile nell’arcata non è sufficiente per alloggiare tutti i denti in modo adeguato perché vi è una differenza tra le dimensioni affollamento dentale_dentali e lo spazio a disposizione sulla base ossea che accoglie i denti. In altri termini lo spazio che abbiamo nell’osso non è sufficiente a contenere correttamente tutti i denti che, di conseguenza, tendono ad inclinarsi e a posizionarsi più indietro, lingualmente, o più avanti, vestibolarmente, nel tentativo di ricavarsi lo spazio per erompere.


Denti con spaziatura eccessiva:

spaziatura eccessiva_raddrizzare denti
L’arcata dispone di spazio in eccesso. Questo problema può dipendere dalle dimensioni ridotte dei denti, da una crescita anomala dell’osso mascellare, da fattori genetici, da denti mancanti e/o dalla protusione della lingua, che ha un notevole carico di spinta per migliaia di volte, di giorno e di notte. In caso di denti mancanti il problema può anche essere dovuto dallo spostamento del dente vicino a causa dello spazio vuoto.


Morso incrociato: 

morso incrociato_raddrizzare dentiSi parla di morso incrociato o cross bite quando l’occlusione di uno o più elementi dentali si presenta invertita rispetto alla norma.

Si parla di morso incrociato scheletrico quando alla base vi è una problematica ossea che condiziona di conseguenza anche la posizione dentale, di morso crociato dentale quando invece la causa risiede esclusivamente in un’inclinazione erronea di uno o più denti.

La condizione di morso incrociato scheletrico richiede un trattamento che non si limiti ad intervenire sulla posizione dentale ma che agisca sulle basi ossee ed eventualmente sulla sua successiva crescita, e richiede quindi una terapia più complessa del semplice allineamento di un singolo dente “storto”. Il morso incrociato può essere anteriore o posteriore, monolaterale o bilaterale.

Conseguenze: può causare erosione dei denti, disturbi alle gengive e perdita dell’osso e, soprattutto cicli masticatori inversi, disturbi articolari e sviluppo asimmetrico della mandibola.


Morso profondo-overbite aumentato: 

morso profondo over bite_raddrizzare dent

I denti superiori si sovrappongono in modo significativo sui denti inferiori e l’altezza facciale inferiore è ridotta. E’ dovuto generalmente a fattori genetici e di sviluppo.

Conseguenze: questo problema può causare disturbi o irritazioni alle gengive e/o erosione dei denti inferiori, nonché dolori articolari e gravi anomalie di sviluppo mandibolari.


Morso inverso
:

morso inverso_raddrizzare denti

I denti inferiori sporgono oltre i denti anteriori, generalmente a causa di una crescita deficitaria del mascellare superiore o di un’ipermandibulia, o di entrambe le situazioni. È un tipo di malocclusione geneticamente determinata, grave, e impegnativa da curare. Va intercettata il prima possibile e la predicibilità della cura e le sue percentuali di successo aumentano con la precocità del trattamento.
Non si esclude, comunque, il ricorso alla chirurgia maxillo facciale in età adulta.


Canino incluso:

canino incluso_raddrizzare denti Il canino incluso nel palato è uno dei problemi più difficili da affrontare. La durata della cura è variabile: vi sono canini che vengono riportati in arcata in circa diciotto mesi ed altri che possono impiegarci anche ventiquattro mesi.

La prevalenza dell’inclusione canina oscilla in un range compreso fra 3% e 16%. Nel 10% dei casi è bilaterale. Il principale pericolo è costituito dal riassorbimento radicolare dei denti adiacenti al canino. Tale fenomeno è fisiologico quando indotto sul dente da latte da sostituirsi, ma può diventare un danno irreparabile quando il canino fa riassorbire le radici di denti permanenti, specialmente degli incisivi.
Il mancato trattamento dell’inclusione o il ritardo nel trattamento portano al riassorbimento dei denti permanenti nel 12% dei casi.

Il modo migliore per affrontare questo tipo di problema è “agganciare” il canino incluso, e tirarlo fuori lentamente, attraverso un apparecchio ortodontico.
Questo consente il completo recupero estetico e funzionale del dente con una soluzione non protesica ma naturale e definitiva.


Morso aperto:
morso-aperto

Si parla di morso aperto quando, a bocca chiusa non vi è contatto fra i denti anteriori dell’arcata superiore ed i denti anteriori dell’arcata inferiore.  Cause frequenti che conducono all’instaurarsi di un morso aperto (open bite, in inglese) sono l’abitudine viziata del succhiamento del pollice, l’interposizione della lingua fra i denti al momento della deglutizione e durante la fonazione e anche cause genetiche che comportino, ad esempio, una crescita ossea non equilibrata fra altezze posteriori ed anteriori o dimensioni linguali eccessive (macroglossia).


Over jet eccessivo:

overjet

Per aumento dell’overjet si intende un aumento della distanza degli incisivi superiori rispetto agli incisivi inferiori. Gli incisivi superiori appaiono quindi prominenti rispetto a quelli inferiori.

Le cause possono essere molteplici:

  • fattori scheletrici (crescita eccessiva del mascellare superiore o crescita ridotta mandibolare)
  • dentali (protrusione eccessiva degli incisivi superiori)
  • abitudini viziate (suzione del dito o deglutizione atipica)

Vi è, inoltre, un’alterazione del profilo dei tessuti molli che conferisce un aspetto convesso al profilo facciale con incompetenza labiale (difficoltà nella chiusura delle labbra).

 

Lo studio del caso

Indispensabile per progettare una corretta cura ortodontica è lo studio del caso del paziente. Senza studio del caso non è possibile diagnosticare una cura ortodontica completa e corretta.

Lo studio del caso stabilisce di quale terapia il paziente necessita, la durata della cura e il suo mantenimento nel tempo.

Di cosa si tratta?

  1. Panoramica – modelli in gesso – ceratura di occlusione
  2. Radiovisiografia latero laterale (telecranio)
  3. Foto del viso frontali, laterali, di profilo e foto extra e intra orali
  4. Tracciato cefalometrico
  5. Studio del caso: relazione finale e scelta della cura ortodontica in tutti i suoi aspetti
Panoramica, mdelli di studio, ceratura di occlusione
Radiovisiografia Latero Laterale
Foto frontali e laterali
Tracciato Cefalometrico
Studio del caso completo

La nostra prima visita con l’ortodontista specialista in ortognatodonzia è completa e gratuita.

Proponiamo ortodonzia per adulti e bambini, di tipo mobile, fissa o con allineatori trasparenti Invisalign®, di cui siamo un centro certificato.

 

Il pagamento è dilazionato nel tempo della cura ortodontica, contenzioni finali comprese.

Esempi di bandaggi con brackets estetici:

Professionalità e supporto costante nell’ individuazione e definizione della soluzione adeguata per correggere i vari casi di malocclusione

Scopri di più sull’ ortodonzia fissa >Scopri di più sull’ ortodonzia trasparente Invisalign >

Video illustrativi

L’ARTICOLAZIONE TEMPORO MANDIBOLARE

MALOCCLUSIONE DI PRIMA CLASSE

PAZIENTE SESSO FEMMINILE

MALOCCLUSIONE DI SECONDA CLASSE DIV. I

PAZIENTE SESSO FEMMINILE

MALOCCLUSIONE DI SECONDA CLASSE DIV. II

PAZIENTE SESSO FEMMINILE

MALOCCLUSIONE DI TERZA CLASSE

PAZIENTE SESSO FEMMINILE

MALOCCLUSIONE DI PRIMA CLASSE

PAZIENTE SESSO MASCHILE

MALOCCLUSIONE DI SECONDA CLASSE DIV. I

PAZIENTE SESSO MASCHILE

MALOCCLUSIONE DI SECONDA CLASSE DIV. II

PAZIENTE SESSO MASCHILE

MALOCCLUSIONE DI TERZA CLASSE

PAZIENTE SESSO MASCHILE