come prevenire i tumori del cavo orale

In Italia ogni anno 8.000 persone sono colpite dal tumore del cavo orale, un tipo di neoplasia che è contraddistinta da una sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi nel 44% dei casi.

Tuttavia, intervenendo sulla neoplasia precocemente, il tasso di sopravvivenza per lo stesso periodo è pari all’85%, mentre in caso di diagnosi tardiva la sopravvivenza a 5 anni scende al 25%.

Il tumore della bocca (o del cavo orale) si manifesta con macchie bianche o rosse persistenti, ulcerazioni o vegetazioni persistenti, indurimento localizzato. Spesso queste lesioni insorgono in prossimità di un dente cariato o nei punti di appoggio delle protesi dentarie e le sedi più colpite sono la lingua, il pavimento della bocca, la mucosa della guancia, la regione tonsillare. (fonte www.legatumori.it)

Come prevenire i tumori del cavo orale:

 

1.     Il primo passo per prevenire i tumori del cavo orale di natura maligna è quello di promuovere uno stile di vita sano, in particolare rispetto all’uso di alcoolici/superalcoolici e all’abitudine al fumo, specie se associati tra loro.

2.     In secondo luogo risulta indispensabile sottoporre ad accurata visita del cavo orale, almeno una volta l’anno, gli individui di età superiore ai 40 anni.

3.     Lo screening e il follow–up periodico, soprattutto per i soggetti a rischio, e la valutazione dell’utilità di una regolare “auto-ispezione” sono un valido strumento contro lo sviluppo di tumori del cavo orale.

In sede di prevenzione del tumore del cavo orale è fondamentale considerare come caso dubbio ogni lesione che si presenti come macchia o placca, nodulo, erosione-ulcera o verrucosità, indipendentemente dai sintomi o dalle cause apparenti fino a quando non venga dimostrato il contrario mediante esame istologico.

In caso di lesioni dubbie non bisogna ritardare mai la diagnosi evitando di prolungare oltre i 14 giorni terapie a base di vitamine, collutori, antibiotici o altro se in assenza di risultati apprezzabili.

 

In caso di forte sospetto diagnostico sarà necessario effettuare una biopsia: tale metodica, seguita da analisi e valutazione del campione in laboratorio, rappresenta a tutt’oggi, l’esame più attendibile per la valutazione diagnostica di una lesione sospetta. Il prelievo bioptico deve essere eseguito da personale adeguatamente formato, nella Clinica del Benessere Dentale effettuiamo regolarmente esami di questo tipo in modo totalmente indolore per il paziente grazie alla presenza di uno specialista chirurgo.

Attraverso la Card Prevenzione Benessere dentale “Salute Preziosa“, disponibile presso la nostra clinica, è possibile effettuare uno screening all’anno con VELscopeuno strumento professionale approvato dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) che consente di eseguire un esame preventivo della mucosa orale evidenziando, attraverso la naturale fluorescenza dei tessuti, possibili lesioni della mucosa prima che queste diventino visibili ad occhio nudo. In solo 5 minuti è possibile effettuare questo esame, in modo non invasivo e senza bisogno di assumere farmaci.