Inchiesta Dentisti: Quanto costa un sorriso sano?

L’INCHIESTA IN QUESTA PAGINA RISALE AL 2013, L’ULTIMA AD ESSERE STATA PUBBLICATA.

NON SIAMO PERTANTO RESPONSABILI DEI DATI CONTENUTI IN QUESTO DOCUMENTO IN QUANTO OBSOLETI, LA LORO DIFFUSIONE È A SOLO SCOPO INFORMATIVO.

 

 

 

Il dentista costa e anche per questo lo frequentiamo poco
Abbiamo scandagliato per voi i prezzi di 145 studi in 6 città e sottoposto un caso complesso a 13 centri di 11 catene in franchising in Lombardia.

 

  • SCELTA CONSAPEVOLE: Confronta il tuo preventivo con i prezzi sul mercato.
  • DIFFERENZE TRA CITTÀ: Cara Bologna, sotto il Vesuvio le cure dentali costano meno.
  • DENTISTI IN VETRINA:  Vitaldent & co.: catene a confronto con gli studi privati.

Quando si parla di dentisti, il pensiero va subito al portafoglio. Sempre di più, in questi tempi di crisi, gli italiani stanno alla larga dallo studio del dentista: quattro su dieci limitano le loro visite per ragioni economiche. I costi elevati delle cure dentali sono un deterrente a una frequentazione più assidua del dentista e il Fisco non aiuta, lasciandoci detrarre nella dichiarazione dei redditi solo il 19% della spesa (oltre la franchigia di 129,11 euro). Purtroppo le cure odontoiatriche nel nostro Paese sono coperte solo marginalmente dal servizio pubblico e cioè per i bambini fino ai 14 anni, per alcune categorie di persone particolarmente svantaggiate e per le urgenze. Quindi, per curare i denti dobbiamo sederci sulla poltrona di uno dei più di 40 mila studi dentistici privati o di una delle catene di dentisti che si affacciano con le loro vetrine nelle nostre città.

Occhio a… gli abusivi
SCOPRI SE è UN VERO DENTISTA

È un odontoiatra o un abusivo? Quest’ultimo non è un medico e può nuocere alla nostra salute.
Per non incappare in questa figura che spesso cela la sua incompetenza dietro a un dentista compiacente,
che gli fa da prestanome, controllate che il dentista a cui vi siete rivolti sia iscritto all’ordine e quindi abilitato alla professione.Andate sul sito della Federazione nazionale dei medici chirurghi e degli odontoiatri,
www.fnomceo.it e inserite il suo nome e cognome.

Catene & studi privati

Come facciamo a capire in cosa consiste il trattamento che il dentista ci sta proponendo e se il prezzo che chiede è accettabile? Per darvi una bussola abbiamo individuato sette prestazioni tra le più frequenti (prima visita, pulizia dei denti, otturazione, devitalizzazione, corona, ponte e impianto) , abbiamo chiesto i prezzi a 145 studi dentistici di sei città (Bari, Bologna, Milano, Napoli, Roma e Torino). In questo modo potremmo capire se il preventivo che ci fa il dentista è alto o basso rispetto alla media e quanto si può risparmiare rivolgendosi al professionista con il prezzo più basso. Oltre al portafoglio conta anche la qualità, per questo nelle schede delle pagine successive vi diamo alcune indicazioni per capire in cosa consiste il trattamento.

Abbiamo condotto inoltre un indagine anche su 13 centri di 11 catene diffuse in Lombardia (Amico Dentista, Caredent, Dental Coop, Dental Pro, DOOC, Vitaldent, Social Dent, Odontosalute, Dentista TV, Doctor Dentist, Giovanni Bona) e le abbiamo messe alla prova facendo esaminare il caso di Ornella, una signora di 60 anni  con uno stato generale della dentizione molto compromesso. Abbiamo richiesto una visita di controllo e un preventivo ed è emerso che la professionalità dipende dal dentista che si incontra e la convenienza non è sempre  assicurata.

In assenza di una sanità pubblica che si faccia carico anche delle cure dentali, il miglior modo per risparmiare è una corretta igiene orale e visite di controllo frequenti. Non dimentichiamo, però, che le Regioni possono usare le proprie risorse per ampliare le prestazioni offerte con il pagamento del solo ticket: verificate il servizio offerto dalla vostra Regione, contattando la vostra Asl.

 

Confronto dei prezzi medi

A confronto i prezzi medi delle sette prestazioni tra le più diffuse nei 145 studi odontoiatrici che abbiamo interpellato in sei città. Prendendo come riferimento Napoli, la città dove i prezzi medi sono più bassi, indichiamo in percentuale quanto costano in più quelle stesse prestazioni nelle altre città. I prezzi medi negli studi di Bologna e Milano sono più alti, fino al 20% in più.

NAPOLI: LA MENO CARA
Roma +8%
Torino +10%
Bari +12%
Milano +16%
Bologna +21%

Diffidate da chi non vi fa domande
LA PRIMA VISITA

La prima visita serve al dentista per inquadrarvi come paziente: quindi deve chiedervi una descrizione precisa del vostro stato di salute. Indossando mascherina, guanti e occhiali vi visiterà, usando specchietto e specillo (la “bacchettina” del dentista). Spesso è necessario fare una radiografia (per esempio, la panoramica) per avere una diagnosi completa. Alla fine della visita, deve proporvi uno o più piani di trattamento e un preventivo scritto.

Il 61,4% dei dentisti contattati nella nostra inchiesta in 145 studi di 6 città dichiara di non far pagare la prima visita (molti sono a Roma). Chi si fa pagare chiede in media 71 euro. Il picco è a Bologna, dove la media sale a quasi 100 euro, e un dentista ne chiede addirittura 260, che vengono però rimborsati se il paziente torna per un trattamento. Per non avere brutte sorprese, informatevi prima sul costo della visita.

Prima di iniziare i lavori vi devono far sempre firmare un consenso informato

PRIMA VISITA
Città Prezzi (in euro)
min-max media*
Bari 0-100 58
Bologna 0-260 98
Milano 0-120 85
Napoli 0-100 57
Roma 0-80 52
Torino 0-80 63
Tutte le città 0-260 71

Prezzi Variabili : Confronta e Risparmia
LA PULIZIA DEI DENTI

La pulizia dei denti (ablazione del tartaro o detartrasi) consiste nella rimozione meccanica dei depositi di tartaro dai denti. Il tartaro è un deposito formato dalla placca batterica, da minuscoli frammenti di cibo e dai sali minerali della saliva. L’ablazione serve a prevenire le malattie parodontali (dalla semplice gengivite al rischio di perdita del dente). È il dentista a diagnosticare con una visita la sua presenza e la necessità di rimozione dello stesso e sarà lui a stabilire quando ripetere l’operazione (ogni 3, 6, 9, 12 o 18 mesi). In genere, la pulizia dura dai 30 ai 60 minuti.

 

I prezzi sono molto variabili. C’è chi se la fa pagare 50 euro e chi chiede il triplo. Una seduta di igiene orale costa di più a Milano e Bologna (in media 95 euro), meno a Napoli (75 euro in media). In quasi tutte le città c’è un dentista che chiede 50 euro.

 

Nelle sei città dell’inchiesta si pagano in media 86 euro per la pulizia dei denti

 

PULIZIA DEI DENTI
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 50-150 85
Bologna 70-150 95
Milano 50-150 94
Napoli 50-115 75
Roma 50-150 78
Torino 60-120 89
Tutte le città 50-150 86

A Bologna costa di più
QUANDO SERVE L’OTTURAZIONE 

La carie può colpire solo lo smalto, se non viene curata in tempo arriva ad aggredire la dentina, lo strato più interno, e infine può arrivare alla polpa. Non dà sintomi quando interessa solo smalto e dentina. Se la intercettate in questa fase, grazie ai controlli periodici dal dentista, potete rimediare con una semplice otturazione. Se arriva alla polpa del dente e vi fa male sarà necessario devitalizzarlo, per rimuovere i tessuti infetti e applicare una corona.

Per l’otturazione si usano resine composite che hanno una buona resistenza e non sono visibili (una pasta bianca).

I listini dei dentisti per un’otturazione a due superfici su un molare vedono una grande variabilità da 70 a 270 euro. Il che significa che si può risparmiare. Ancora una volta Bologna è la più cara (140 euro) e Napoli la più economica (102 euro).

Quasi la metà dei dentisti interpellati si fa pagare tra 100 e 130 euro

OTTURAZIONE DI UN MOLARE
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 80-250 125
Bologna 85-270 140
Milano 70-250 136
Napoli 70-150 102
Roma 80-160 112
Torino 80-190 129
Tutte le città 70-270 124

Scegliendo bene, spendete meno
DEVITALIZZARE UN DENTE

Se la carie non viene curata in tempo raggiunge la polpa (la zona più interna del dente che contiene vasi e nervi) e bisogna procedere alla devitalizzazione del dente, cioè alla rimozione dei tessuti infetti e alla applicazione di una corona. Un intervento ben più invasivo e costoso dell’otturazione.
Il dentista fa una radiografia pre-operatoria per vedere forma e posizione delle radici, toglie il tessuto malato e lo disinfetta. Si riempiono poi i canali dei nervi con materiale apposito. L’operazione può richiedere più sedute. Un segno di buona professionalità è l’uso della diga di gomma, una piccola parete sintetica che isola il dente su cui si lavora dal resto della bocca.

È un’operazione più complessa per cui si spendono in media 277 euro

Il 46% dei dentisti dell’inchiesta chiede un compenso compreso tra 250 e 350 euro. Ma c’è una grande variabilità delle tariffe: si va da un minimo di 150 a un massimo di 650 euro (a Bologna), il quadruplo.

 

DEVITALIZZAZIONE MOLARE
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 150-437 263
Bologna 150-650 313
Milano 160-500 274
Napoli 150-450 241
Roma 150-450 288
Torino 150-600 286
Tutte le città 150-650 277

Il materiale fa la differenza
CORONA: NOBILE NEL PREZZO

La corona o capsula è una struttura creata sulla base di un’impronta del dente, che serve a ricoprirlo. Si fa quando un dente ha perso molta struttura e/o è devitalizzato. Il costo cambia a seconda del materiale impiegato. Che incide anche sull’estetica e sulla durata e resistenza del prodotto. Una corona dura in media 5-8 anni. Chiedete al dentista quale materiale usa (anche per escludere allergie) e una copia del certificato rilasciato dal laboratorio che ha fatto la corona. È un odontotecnico a prepararla per il dentista che la applica. Per mantenere sani i tessuti e avere un buon risultato sono necessarie più sedute e impronte a distanza di tempo.

Ai 145 studi odontoiatrici dell’inchiesta abbiamo chiesto il prezzo di una corona in lega nobile e ceramica: un terzo dei dentisti la fa pagare tra i 700 e gli 800 euro, pochi vanno sotto i 500 euro.

 

In media bisogna sborsare 708 euro. A Napoli si spende meno: in media 598 euro.

CORONA SUL MOLARE
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 400-1.000 683
Bologna 600-1.000 788
Milano 500-1.200 790
Napoli 400-900 598
Roma 450-900 686
Torino 450-1.100 710
Tutte le città 400-1.200 708

Si può risparmiare circa la metà
UN PONTE DA DUEMILA EURO

Il ponte è una struttura che unisce più corone e si utilizza per sostituire un dente mancante. La forma più semplice del ponte classico è a tre elementi: due pilastri laterali che portano una corona centrale corrispondente all’elemento mancante.
La procedura è simile a quella per la corona. Non è necessario che i denti sotto le corone e i ponti siano devitalizzati.

Il 33% dei dentisti dell’inchiesta per un ponte a tre elementi (in assenza del molare) fa pagare tra 2.100 e 2.400 euro. In media nelle sei città non si va sotto i 2.082 euro. Il costo della protesi incide molto sul prezzo finale. Per il ponte valgono le stesse considerazioni della corona: i dentisti di Napoli si fanno pagare meno, in media 1.767 euro. Mentre Bologna e Milano sono le più care con circa 2.350 euro. Il range va da un minimo di 1.200 fino a un massimo di 3.600 euro.

Napoli è la città dove costa meno, Milano e Bologna le più care: si arriva a 3.500 euro

PONTE (TRE ELEMENTI)
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 1.200-3.000 1.984
Bologna 1.800-3.500 2.334
Milano 1.500-3.600 2.345
Napoli 1.200-2.700 1.767
Roma 1.350-2.700 1.985
Torino 1.350-3.300 2.082
Tutte le città 1.200-3.600 2.082

Un’ operazione delicata 
IMPIANTO IN TITANIO

L’impianto in titanio è un intervento delicato e richiede una lunga preparazione. Una vite viene inserita nell’osso e sostituisce la radice del dente perso. Su questa viene inserita una corona.
Dopo la visita e le radiografie per valutare se l’osso è sufficiente per inserire la vite, si fa l’operazione e si mettono i punti, che si tolgono dopo una o due settimane. Dopo qualche mese si controlla con una radiografia. Diffidate di dentisti che promettono interventi miracolosi in breve tempo, così come di prezzi troppo bassi.

Nella stessa città l’impianto può costare il doppio o il triplo a seconda del dentista scelto

Il 58% dei dentisti dell’inchiesta applica un prezzo compreso tra 1.000 e 1.300 euro. Quando il dentista fa l’impianto bisogna considerare anche il costo della corona. Se fa un prezzo unico (impianto + corona) in media si pagano 1.900 euro. Il ponte a 3 elementi costa come un impianto. La scelta dipende anche dallo stato dei denti vicini.

IMPIANTO IN TITANIO
Città Prezzi (in euro)
min-max media
Bari 950-2.000 1.358
Bologna 700-1.700 1.221
Milano 700-1.750 1.194
Napoli 800-1.800 1.211
Roma 720-2.200 1.173
Torino 600-1.350 1.061
Tutte le città 150-650 1.194

Catene in Franchising
SUI LAVORI SEMPLICI CONVENGONO, MA NON SEMPRE

Sui lavori semplici, le catene convengono, ma molto dipende dal dentista in cui ci si imbatte.

E’ fondamentale trasmettere  al paziente delle certezze in termini di sicurezza e affidabilità, nei centri presi in esame però spesso il dentista si presenta solitamente a voce e non si trovano quasi mai esposti i nomi dei dentisti che lavorano nel centro, o al massimo c’è soltanto  il nome del direttore sanitario.
Una mancanza di trasparenza importante perché dietro all’insegna deve esserci un riferimento per il paziente.

Vitaldent, Amico Dentista, Doctor Dentist, Odontosalute, Dentista. tv, Caredent, Dental Coop, Dental Pro, DOOC,  Social Dent, Odontosalute,  Giovanni Bona, sono alcune tra le catene di dentisti in franchising che si propongono come convenienti e professionali.

Le catene sono in media molto più convenienti per la pulizia dei denti, l’otturazione e la devitalizzazione, che in media costano meno. Per i lavori più complessi i prezzi si avvicinano a quelli degli studi privati. La prima visita nei centri è sempre gratuita, come solo nel 61% degli studi tradizionali. In questi ultimi, quando la prima visita è a pagamento, si sborsano in media 71 euro.

Purtroppo però a volte la prima visita di controllo non viene svolta in modo approfondito ed è finalizzata ad individuare le soluzioni più semplici e immediate, senza considerare la riabilitazione della sua salute orale o senza fornire indicazioni di mantenimento  a lungo termine. In 8 casi su 13 il dentista non ha fatto commenti sulle abitudini di igiene, né ha dato consigli anche se poi la seduta di igiene è indicata nel preventivo in  9 casi su 13.

Il servizio di pulizia dei denti (o ablazione del tartaro) è gratuito in alcuni dei centri esaminati, o se a pagamento ha un costo medio  di 40 euro. Alcuni pazienti che hanno  beneficiato di tali condizioni, non sono rimasti del tutto soddisfatti del  risultato e descrivono un  trattamento  superficiale, spesso della durata di pochi minuti (10-15 minuti).

Spesso infatti i pazienti che, per trattamenti semplici hanno beneficiato di tariffe convenienti o di prestazioni gratuite, raccontano di un esperienza non del tutto soddisfacente, di un approccio superficiale e a volte  dell’ assenza di strumenti necessari e protezioni  adeguate, durante trattamenti semplici come la prima visita o l’ ablazione del tartaro, ad esempio.

Per trattamenti più complessi, i listini dei centri in franchising si discostano poco  da quelli degli studi dentistici privati. A seconda della complessità del caso per l’impianto i prezzi variano da 500 fino a 1.350 euro. In media, siamo sui 947 euro. In uno studio privato tradizionale invece (secondo la nostra inchiesta su 145 studi nel 2013) l’impianto va da 600 fino a 2.200 euro con un costo medio di 1.194 euro. Il prezzo medio nelle catene è inferiore, ma non di molto.

Per la corona stessa variabilità: a seconda del materiale utilizzato i prezzi oscillano tra i  400 euro e 893 euro, con un costo medio dunque di 616 euro contro i 708 euro degli studi tradizionali.

SERVIZIO Prezzo medio nelle catene in franchising Prezzo medio negli studi odontoiatrici privati
PULIZIA DENTI 42 euro 86 euro
OTTURAZIONE DI UN MOLARE  87 euro 124 euro
DEVITALIZZAZIONE MOLARE 185 euro 277 euro
CORONA 616  euro 708 euro
PONTE A TRE ELEMENTI 1.740 euro 2.082 euro
IMPIANTO IN TITANIO  947 euro 1.194 euro
Dalla tua parte
UNA POLITICA PER CAMBIARE

Dal 2001 lo Stato ha limitato l’assistenza odontoiatrica alle fasce più deboli della popolazione lasciando alle Regioni la realizzazione di questi livelli minimi di assistenza (Lea).

Dopo 16 anni il nostro Paese vede Regioni che hanno impiegato risorse proprie per garantire prestazioni più ampie rispetto a quelle previste dai Lea, come in Friuli Venezia Giulia dove gli Ospedali riuniti di Trieste garantiscono a tutti i cittadini diverse cure dentali in regime di Ssn con il solo pagamento del ticket, e altre dove si fa fatica a garantire il minimo.

Verificate come funziona il servizio nella vostra Regione per capire a quali prestazioni potreste accedere e a quali condizioni. Contattate la vostra Asl.

Per alleviare il peso economico delle cure dentali, bisogna dare la possibilità di detrarre le spese odontoiatriche per almeno il doppio di quanto previsto oggi (il 19%, oltre i 129,11 euro).

Cliniche Universitarie
QUANDO IL PUBBLICO FA IL PRIVATO

Alcuni ospedali pubblici offrono un servizio di odontoiatria in regime di privato, che non punta sul prezzo, ma sulla qualità. Infatti, i costi sono in media più alti di quelli rilevati negli studi privati della nostra inchiesta.

Per curare i denti gli italiani possono affidarsi anche a un ospedale pubblico che offre il servizio in regime privato, cioè a pagamento. Abbiamo contattato alcune delle cliniche universitarie tra le più rinomate di Milano, Roma, Trieste e L’Aquila. Basta guardare la tabella con i prezzi qui a lato e confrontarli con quelli che abbiamo rilevato negli studi privati e nelle catene per rendersi conto che non si tratta di una scelta più economica. Infatti, la prima visita si paga sempre, mentre negli studi e nelle catene spesso è senza impegno, e per le altre prestazioni i prezzi sono in linea con quelli degli studi odontoiatrici privati interpellati nella nostra inchiesta. In questo caso, però, è la reputazione che fa la differenza. Chi sceglie di andare in una struttura universitaria reputa che la qualità delle prestazioni sia elevata: sotto il profilo della preparazione di chi ci lavora e della qualità dei materiali impiegati.

PREZZI (IN EURO)
OSPEDALE / SERVIZIO PRIMA VISITA PULIZIA DENTI OTTURAZIONE DEVITALIZZAZIONE CORONA PONTE IMPIANTO
Azienda ospedaliera
San Paolo Milano
60 80 140 245 750 2.250 1.300
Ospedale San Raffaele,
Milano
70 84 134 270 1.001 3.003 1.846
Az.ospedaliera universitaria
“Ospedali Riuniti di Trieste”
80-150 80-150 110-160 300-450 650-950 1.950-2.850 1.300-1.450
Clinica Odontoiatrica Università
degli studi dell’Aquila
50 50 80 220 650 1.950 1.000
Ospedale San Giovanni Calibita
Fatebenefratelli, Roma
40 70 120 300 800 2.400 1.150