Chiamaci allo 011.205.93.71 Via Nicola Porpora 61, 10154 Torino
Open hours: Lun-Ven: 9:30 - 19:30 - Sab: 9:30 - 13:30
Close
Chiamaci allo 011.205.93.71

L’ igiene orale per molti anni è stata considerata la “pulizia dei denti”.

Questa terminologia, ormai obsoleta, ha lasciato il posto alla vera funzione dell’igiene orale: una terapia non chirurgica per prevenire le patologie del cavo orale e della salute della dentatura.

L’igiene orale è professionale, quando si effettua presso uno studio dentistico dall’odontoiatra o dall’igienista dentale, il quale svolge specificatamente questa prestazione professionale; l’igiene orale è domiciliare quando, su indicazione del professionista, si eseguono le manovre consigliate, a domicilio, atte a rimuovere la placca batterica dalle superfici dei denti.

L’igiene professionale consta di una serie di manovre che vanno dall’osservazione obiettiva del cavo orale, dal sondaggio gengivale, allo scaling, alla levigatura radicolare, all’insegnamento del mantenimento dell’igiene domiciliare, e da tutto ciò che personalizza l’igiene del paziente stesso per far sì che si prevengano stati patogeni o si mantengano manufatti protesici e/o implantari già effettuati i quali, senza igiene orale, andrebbero perduti.

L’alimentazione influenza l’igiene e la salute orale?

Una corretta alimentazione è alla base del nostro benessere fisico complessivo, compresa la salute di denti e gengive, coinvolti in primis nel processo di assunzione del cibo.

La nostra bocca è ricettacolo naturale di una molteplicità di batteri i quali trasformano in acido gli zuccheri presenti nei cibi: gli acidi sono in grado di aggredire lo smalto dentale e provocare la carie. La maggior parte dei pazienti affetti da problemi di carie é caratterizzata da una dieta ricca di zuccheri e, spesso, da un’igiene orale non adeguata, insufficientemente scrupolosa, fattori che favoriscono la formazione della placca batterica nel cavo orale.

La dieta dei bambini è spesso più ricca di zuccheri rispetto a quella degli adulti, tuttavia, il maggiore pericolo di malattia cariosa risiede nella frequenza con cui gli zuccheri vengono consumati, piuttosto che nella loro quantità complessiva. Bambini abituati a mangiare quantitativi ridotti di cibi zuccherosi, ma in momenti diversi della giornata e senza procedere al successivo spazzolamento dentale, sono più esposti al rischio di carie di coloro che ne concentrano una maggiore assunzione, seguita da una buona igiene orale.

Fra gli zuccheri, il saccarosio è quello più facilmente metabolizzato dai batteri del cavo orale: tale processo dura meno di trenta minuti, tempo entro il quale è indispensabile provvedere allo spazzolamento dei denti allo scopo di salvaguardarli dal rischio di carie. L’igiene orale è fondamentale dopo ciascun pasto. In generale è bene privilegiare cibi con minore apporto di zuccheri raffinati e cibi che richiedono una masticazione più robusta, i quali tendono ad attaccarsi in misura minore ai denti e al bordo della gengiva. La masticazione stessa favorisce il massaggio gengivale ed un maggior grado di detersione orale.

Una corretta educazione alimentare adottata sin dall’età infantile, consente di mantenere nell’adulto una maggiore salute complessiva, proteggendosi dal rischio di molte malattie tipiche dei paesi più ricchi e sviluppati, come l’obesità e il diabete.

Con che frequenza è indicato recarsi dall’odontoiatra per l’igiene orale professionale?

La frequenza dei richiami igienici professionali dipende da molti fattori tra i quali uno dei più importanti è la capacità del paziente di collaborare con l’igiene domiciliare, essa pertanto dovrà essere decisa individualmente dall’odontoiatra o dall’igienista.

 

Igiene orale e Biofilm

Il biofilm (o biopellicola) è un’aggregazione complessa di microrganismi aderente ad una superficie contraddistinta dalla secrezione di una matrice protettiva. Il biofilm microbico è la causa principale di carie e parodontite.

I biofilm sono onnipresenti; si formano praticamente su tutte le superfici immerse in ambienti acquosi naturali. Sono coinvolti in una vasta gamma di infezioni microbiche (l’80% di tutte le infezioni). Questi includono carie, malattia parodontale, otite, infezioni muscolo-scheletriche, fascite necrotizzante, infezione delle vie biliari, osteomielite, prostatite batterica, endocardite,fibrosi cistica polmonite e perimplantite.

L’eliminazione regolare del biofilm è fondamentale per la prevenzione e gestione delle malattie orali.

Il Decalogo “Salva Gengive”

  1. Non fumare
  2. Lavare bene denti e gengive. Preferire lo spazzolino elettrico a quello manuale
  3. Pulire gli spazi interdentali è fondamentale. Quando lo spazio lo consente utilizzare gli scovolini al posto del filo
  4. Lavare denti e gengive almeno due volte al giorno per 4 minuti
  5. Dentifrici e collutori specifici sono utili in aggiunta alla pulizia dei denti e delle gengive, ma da utilizzare sotto prescrizione del dentista
  6. Introdurre adeguate quantità di vitamina C e antiossidanti attraverso una dieta ricca di frutta e verdura
  7. Sottoporsi almeno due volte all’anno a una seduta di igiene professionale e a un controllo dal dentista
  8. Durante la visita di controllo chiedere di eseguire sempre il test PSR* per controllare la salute delle gengive
  9. Se le gengive sanguinano, sono arrossate o l’alito è cattivo, andare subito dal dentista per una valutazione adeguata

10. Non trascurare le infiammazioni gengivali anche superficiali per evitare che si trasformino in parodontite. In caso di parodontite farsi curare adeguatamente da un odontoiatra specialista.

*il test è indolore e in 5 minuti permette di valutare la presenza di gengive sane, la presenza di infiammazione superficiale (gengivite) o un problema profondo (parodontite)

Il biofilm

Un solo milligrammo di placca dentale contiene fino a 500 milioni di batteri.

Se pensiamo che 1 milligrammo di placca corrisponde ad una superficie di circa un millimetro quadrato e che la superficie totale dei denti è di diversi centimetri quadrati possiamo semplicemente dedurre quante decine di miliardi di batteri popolano la nostra bocca, liberi di agire indisturbati e di arrecare danni, anche molto gravi, a denti, gengive, osso e a tutti i tessuti del cavo orale. Questi batteri, se non rimossi, sono in grado di raddoppiare il loro numero in sole 24 ore, organizzandosi in un habitat ad essi congeniale costituito da un reticolo di residui alimentari. L’insieme di zuccheri, grassi, carboidrati, sali minerali va a costituire un terreno fertile in cui i microorganismi possono agevolmente riprodursi per poi colonizzare la superficie dei denti, soprattutto nelle aree più difficilmente accessibili nelle manovre di igiene orale.

Una volta diventati più forti e numerosi, iniziano a produrre il biofilm, uno strato protettivo simile ad una colla adesiva che permette loro di aderire saldamente ai denti e di liberare, attraverso il loro metabolismo, acidi corrosivi ed enzimi capaci di intaccare lo smalto dei denti e provocare la carie.

Il biofilm batterico isola e difende i batteri rendendoli resistenti alla terapia farmacologica, si stratifica in forma spessa anche sulla superficie delle radici consentendo ai batteri immersi al suo interno di insediarsi sempre più in profondità al di sotto delle gengive. Queste, infatti, diventano rosse e gonfie e cominciano a sanguinare, soprattutto durante lo spazzolamento, segno evidente di gengivite.

gengivite 2
parodontite

A questo stadio le difese immunitarie dell’organismo sono impotenti e per prevenire una successiva invasione batterica il corpo scatena un processo che disgrega il tessuto osseo: le gengive si retraggono e si formano le tasche parodontali, ovvero delle sacche comprese tra il dente e la gengiva, che diventano un ricettacolo ideale per lo sviluppo di batteri che al loro interno proliferano indisturbati, diventando sempre più’ aggressivi.

Placca batterica visibile con le pastiglie rivelatrici di placca

Placca batterica visibile con le pastiglie rivelatrici di placca

Man mano che l’azione distruttiva dei batteri procede le tasche diventano sempre più profonde, l’infiammazione si estende e si verifica una progressiva e costante distruzione dell’osso e dell’apparato di attacco dei denti all’osso stesso. I denti perdono lentamente ma inesorabilmente il loro sostegno, diventano mobili e cadono.

Anche gli impianti sono colpiti dal biofilm batterico: come la malattia parodontale provoca la perdita dei denti la perimplantite provoca la perdita degli impianti.

Fortunatamente possiamo difenderci da questi continui attacchi batterici che minano costantemente la salute della nostra bocca. E’ fondamentale non dare il tempo ai microorganismi di organizzarsi nella placca e di iniziare a produrre il biofilm che li protegge e li ripara dall’azione del nostro sistema immunitario e di eventuali cure farmacologiche.

Ancora una volta sottolineiamo come l’unica arma in mano ai pazienti sia una costante opera di prevenzione unita ad una corretta ed efficace azione di igiene orale domiciliare e a regolari sedute di igiene orale professionale dal dentista.

La prevenzione orale

NOVEMBRE 2013

In questo documento sono presenti le revisioni delle Linee Guida Nazionali per la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie orali in età evolutiva (http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_867_allegato.pdf), edite dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali nell’ottobre 2008.

Il lavoro di revisione si è reso necessario a seguito della pubblicazione di lavori scientifici internazionali che hanno portato alla riformulazione di nuove raccomandazioni che vanno a sostituire le precedenti in tema di malattia cariosa e gengiviti.

Relativamente alle patologie delle mucose, invece, sono state formulate due nuove raccomandazioni da intendersi aggiuntive a quelle contemplate nella versione pubblicata nell’anno 2008.

Il documento rappresenta un atto di indirizzo per quanti coinvolti nella gestione della salute del cavo orale ed in particolare per il pediatra, soprattutto “di libera scelta”, visto il ruolo che tale figura medica ha nella presa in carico dell’individuo in età evolutiva.

 

Metodologia

La metodologia utilizzata per la stesura del presente documento ha tenuto conto di quanto contemplato dal Manuale Metodologico del Sistema Nazionale per le Linee Guida del 2011 “Come produrre, diffondere e aggiornare linee guida per la salute pubblica”. I quesiti scientifici posti sono stati:

 

La prevenzione delle carie

  1. E’ ancora possibile ridurre la prevalenza della carie nei bambini italiani?
  2. E’ possibile ridurre il rischio di carie e con quali interventi?
  3. Un’alimentazione ricca di carboidrati fermentabili è un fattore di rischio per la carie?
  4. Il fluoro è utile nella prevenzione della carie?
  5. Le sigillature dei solchi e delle fossette prevengono la carie?

Le risposte sono affermative, pertanto la nostra clinica propone un programma di prevenzione completa di pulizia dentale e visite di controllo con panoramica se necessario per bambini, adolescenti, adulti, anziani, assolutamente completa ed efficace: la Card Benessere Dentale Salute Preziosa, personale o familiare ad un prezzo davvero sociale.

La prevenzione della gengivite

  1. Quali indicazioni possono essere fornite per prevenire la gengivite?

 

 La prevenzione delle patologie delle mucose

  1. Ci sono segni clinici a carico delle mucose orali che possono far sospettare una patologia sistemica?
  2. Le lesioni ulcerative traumatiche a carico dei tessuti molli orali nella prima infanzia possono far sospettare deficit neurologici e/o di sviluppo?
  3. Le neoformazioni a carico dei tessuti molli orali possono avere eziologia virale a trasmissione materna?

Le risposte esistono e sono affermative, pertanto la nostra clinica propone un programma di prevenzione completa di pulizia dentale e visite di controllo con panoramica se necessario per bambini, adolescenti, adulti, anziani, assolutamente completa ed efficace: la Card Benessere Dentale Salute Preziosa, personale o familiare ad un prezzo davvero sociale.

Scopri i vantaggi della nostra Card
sorriso1
sorriso 2
sorriso 3
sorriso 4

Igiene e prevenzione

Vi mostreremo nel dettaglio in cosa consiste esattamente un programma di prevenzione e igiene dentale

igiene-dentale

L’igiene dentale

La nostra scuola di igiene dentale per ciascuno di voi

Vai alla sezione >
igiene di protesi e impianti

L’igiene di protesi e impianti

Come trattare igiene di protesi, apparecchi ortodontici e bite

Vai alla sezione >
sigillatura denti molari

La sigillatura dei denti molari

Perché si effettua e in cosa consiste?

Vai alla sezione >
fluoro profilassi

La profilassi con il fluoro

La fluoro profilassi nei bambini

Vai alla sezione >
la prevenzione dei tumori del cavo orale

La prevenzione dei tumori del cavo orale

Velscope VX, un esame che in pochi minuti può salvarti la vita

Vai alla sezione >

Ogni persona è unica e presenta una situazione clinica differente, che va valutata in tutti i suoi aspetti. Siamo consapevoli di quanto sia importante avere un’idea chiara e dettagliata dei costi prima di intraprendere una qualunque cura dentale o medica in generale; proprio per questo motivo presso la nostra clinica la Visita Dentale di controllo o prevenzione è Senza Impegno.

E’ l’atto medico fondamentale per avere chiara la propria situazione in merito alla salute orale e alle cure necessarie per ripristinarla. Potete fissare un Appuntamento ed un medico odontoiatra specialista potrà valutare il vostro caso specifico, illustrandovi il vostro Piano di Cura Personalizzato.

Relativi costi e soluzioni di pagamento vi verranno ampliamente descritti in sede di visita, naturalmente senza alcun impegno da parte vostra. Cliccate il bottone qui sotto, Inviate la vostra Richiesta di Prenotazione e Verrete ricontattato dal nostro personale.

Prenotate la vostra Visita Dentale Senza Impegno >