Chiamaci allo 011.205.93.71 Via Nicola Porpora 61, 10154 Torino
Open hours: Lun-Ven: 9:30 - 19:30 - Sab: 9:30 - 13:30
Close
Chiamaci allo 011.205.93.71

Cause, prevenzione e trattamento per la cura della carie

 

Molti bambini sono affetti da carie ancor prima di raggiungere il quinto anno di età.
La causa della carie è la placca batterica che è costituita da batteri e da residui organici di origine alimentare. Si forma in continuazione in bocca, aderisce ai denti, ne intacca lo smalto. Nei bambini lo smalto è più sottile e la polpa più voluminosa: di conseguenza la polpa si può infettare più facilmente dando luogo alla formazione di ascessi.

Cos’è una carie

La carie è un processo di distruzione dapprima dello smalto, poi della dentina, causato da acidi ed enzimi batterici contenuti nella bocca (cavità orale).
Questo attacco dipende da numerosi fattori tra cui i principali sono:

  • le caratteristiche della saliva
    Schema della progressione della carie che inizialmente interessa la corona del dente e che se non intercettato arriva silente sino alla camera pulpare e ai canali endodontici.

    Schema della progressione della carie che inizialmente interessa la corona del dente e che se non intercettato arriva silente sino alla camera pulpare e ai canali endodontici.

  • la composizione della placca batterica
  • il tipo di smalto e la sua composizione
  • le abitudini alimentari e altri fattori poco o nulla conosciuti tra cui anche l’ ereditarietà
  • il tipo di igiene praticato sin dalla più tenera età

La carie inizia con una intaccatura dello smalto, detta “macchia bianca” e prosegue attraverso i canalicoli dentinali in direzione della polpa. Quando la dentina è molto rammollita, lo smalto sovrastante si spezza, perchè non è più sostenuto e appare il buchino.

Come effettuiamo un’otturazione

Per potere avere una diagnosi precoce è pertanto fondamentale la visita del dentista che attuerà un trattamento conservativo e renderà possibile limitare il danno. Se si lascia che la carie proceda, essa potrà arrivare a interessare la polpa e l’osso alveolare dando dolore e creando una situazione di infiammazione e/o di infezione di notevole gravità. Nei bambini inoltre l’infezione può danneggiare irrimediabilmente il germe del dente permanente essendo a stretto a contatto con esso.

L’otturazione viene effettuata con compositi dello stesso colore del dente che si fissano sul dente grazie all’azione di apposite lampade polimerizzatrici.

Le mani leggere del dentista pediatrico renderanno sostenibile per il vostro bambino questa prestazione odontoiatrica indispensabile.

La lucidatura e l’ igiene

Il polish o lucidatura delle superfici dentarie avviene mediante una pasta di profilassi fluorata al gusto arancio in modo da renderle meno ritentive alla formazione di placca.

Per Igiene Orale intendiamo la rimozione della placca e dei residui alimentari con i mezzi meccanici. Questo è il punto cardine della prevenzione della carie.

Sappiamo tutti quanto è noioso per un bambino lavarsi i denti ma è un’abitudine che dobbiamo insegnargli e coltivare fin dalla più tenera età. Igiene Orale già prima dell’eruzione dei denti vorrà dire pulizia dei residui alimentari con una garza imbevuta di acqua; dopo l’eruzione dei primi dentini, spazzolino soft piccolo e dentifricio gusto frutta.
I bambini al di sotto dei 7/8 anni non sono capaci di eseguire correttamente le tecniche di spazzolamento ed è quindi essenziale che siano i genitori ad eseguirle di frequente e personalmente. Non fidiamoci inoltre delle loro vaghe risposte affermative al nostro fatidico: “Ti sei lavato i denti?”

Innanzitutto non dobbiamo scegliere per i nostri bambini uno spazzolino troppo grande: non riusciranno a farlo entrare bene in bocca, lo useranno male e impareranno a lavarsi i denti in modo scorretto e insufficiente. Il manico dovrà essere diritto; curve e pieghe sia nel manico sia nelle setole non servono a niente, anzi ostacolano il movimento corretto.

La tecnica di spazzolamento più consigliabile è quella che permette la maggiore asportazione di placca: il movimento deve essere effettuato dal polso e non dal braccio intero cosicché si ha un migliore controllo dei movimenti fini e precisi. Lavarsi i denti non serve per avere l’alito fresco e profumato ma serve solo all’asportazione della placca. L’azione del dentifricio sarebbe addirittura superflua in quanto l’efficacia determinante è data dall’azione meccanica e cioè dal movimento.

Dal rosa gengivale a scendere al bianco dei dentini, questo è il movimento corretto.

Abbiamo visto che la placca tende ad accumularsi al colletto dei denti e negli spazi interdentali e, posteriormente, sulle superfici masticanti. E’ lì quindi che occorre concentrare l’azione dello spazzolino, per quanto si può. Sulle altre parti del dente per fortuna ci pensano parzialmente le guance (esternamente) e la lingua (internamente) a tenerli puliti e privi di placca.

L’ igiene personale dei denti, per quanto sicuramente efficace se effettuata con cura e regolarità, non è tuttavia sufficiente come metodo di prevenzione della carie se non accompagnata da un’adeguata alimentazione, con zuccheri controllati.

Uno staff medico pediatrico attento e affidabile per garantire il benessere dei nostri piccoli pazienti 

Scopri di più sulle otturazioni dentali >