Chiamaci allo 011.205.93.71 Via Nicola Porpora 61, 10154 Torino
Open hours: Lun-Ven: 9:30 - 19:30 - Sab: 9:30 - 13:30
Close
Chiamaci allo 011.205.93.71
Clinica dentale affidabile: come è possibile capirlo?

Da cosa può nascere la paura del dentista?

Spesso, e giustamente, la paura del dentista è motivata anche dalla preoccupazione sull’affidabilità, la bravura, l’esperienza del medico, anche nelle piccole cose, come lo spiegare ciò che andrà a fare e quali sensazioni andrà a far provare al paziente.

Valutare la qualità tecnica di una prestazione odontoiatrica è molto difficile per il paziente, tuttavia esistono alcuni parametri di qualità che possono aiutarlo a farsi un’idea sull’affidabilità di una clinica o studio odontoiatrico.

Quali aspetti puoi verificare in prima persona per appurare la qualità?

Anche solo su internet, visitando con attenzione il sito della struttura scelta si può capire e verificare che il medico sia un “vero” dentista, formato e abilitato alla professione e che la struttura risponda a determinati requisiti.
Innanzitutto è fondamentale l’igiene praticata verso i pazienti e verso lo staff di tutta la clinica o studio e degli strumenti in esse utilizzati

L’igiene è fondamentale per evitare contaminazioni batteriche pericolose per la salute del paziente. Tutti gli strumenti che entrano in bocca devono, per legge, essere sterili. È necessario che la clinica o studio disponga di un locale e di attrezzature adeguate a sterilizzare tutti gli strumenti alla perfezione per garantire il massimo grado di sicurezza per il paziente. Da ricordare è che tutti gli strumenti sterilizzati e imbustati utilizzati in studio devono avere una data di sterilizzazione stampata sulla confezione inferiore ad un mese. Fondamentale è il lavaggio delle mani, l’igiene in studio e l’utilizzo tassativo di soli strumenti monouso. 

 

La prima visita dentale specialistica: l’occasione per toccare con mano l’affidabilità dello studio

E’ sicuramente la parte più importante del percorso di cura e molte cliniche o studi la offrono gratuitamente, per favorire la diagnostica della salute orale a tutti i pazienti, intercettando le patologie più importanti e risolvendo subito quelle minori, al minor costo. La visita dentale gratuita non è indice di non qualità, ma è indice di accessibilità.

La prima visita dentale specialistica deve necessariamente presentare: un’attenta anamnesi della salute generale del paziente, una diagnosi, effettuata con tutti i test, completa e accurata della situazione dentale del paziente corredata almeno dalla radiografia panoramica (ortopantomografia) e dalla proposta dell’eventuale piano di cura e delle opzioni alternative dello stesso, una chiara spiegazione di ogni singolo passaggio e prestazione, la più ampia offerta di soluzioni di pagamento ed un programma di controlli regolari e monitoraggio adatto al piano di cura. 

 

Un altro parametro da valutare: il tempo standard per ogni intervento

Esiste un tempo standard da dedicare agli interventi? Certamente. Perché ogni terapia odontoiatrica, anche la più semplice, richiede grande attenzione e il giusto tempo per una corretta esecuzione. Se il medico lavora in fretta le prestazioni eseguite rischiano di non essere accurate o definitive, richiedendo talvolta ulteriori sedute. Un medico e la sua prestazione saranno tanto migliori ed accurati quanto più scrupolo, attenzione e precisione saranno dallo stesso impiegati.

La scrupolosità del medico è quindi una garanzia di qualità e di buon esito delle terapie, anche nel tempo successivo all’esecuzione delle stesse, rispettando anche i tempi emotivi del paziente.
Ecco alcuni tempi di esecuzione delle principali prestazione odontoiatriche basati su protocolli adeguati e scientificamente provati:

  • visita diagnostica dentale specialistica : 60 minuti totali
  • pulizia dei denti professionale in studio, eseguita da un igienista: 45 minuti
  • otturazione complessa (più pareti del dente interessate dalla carie): 45 minuti
  • devitalizzazione o terapia canalare: da 60 a 120 minuti, in funzione della complessità e del numero di radici da trattare, eseguita in una o due sedute
  • estrazione: da 30 a 60 minuti, in funzione della complessità dell’estrazione

Contando ovviamente nelle prestazione tutte quelle che sono collaterali, quali: analisi e controllo, anestesia, prestazioni specifiche come lucidatura o medicazioni o suture e consigli post intervento, e definizione dell’appuntamento di controllo successivo.

 

La diga di gomma: un sistema di sicurezza a garanzia del paziente

La diga di gomma è uno strumento indispensabile per il corretto isolamento del campo operatorio, in particolare quando si effettuano otturazioni o devitalizzazioni.

Questo “fazzoletto di gomma” applicato sulla bocca, che lascia scoperti solo i denti su cui si opera, permette infatti una maggiore sicurezza per il paziente (che non rischia di ingerire sostanze tossiche o corpi estranei), oltre a una migliore efficacia delle cure (soprattutto se si utilizzano tecniche adesive che tollerano poco la presenza della saliva), e, in generale, un maggiore comfort per il medico e per il paziente.

 

Nella Clinica del Benessere Dentale siamo molto attenti a tutti questi aspetti.

 

SCOPRI DI PIÙ SUL NOSTRO STAFF: I NOSTRI MEDICI SPECIALISTI SONO TUTTI REGOLARMENTE ISCRITTI ALL’ALBO PROFESSIONALE