Chiamaci allo 011.205.93.71 Via Nicola Porpora 61, 10154 Torino
Open hours: Lun-Ven: 9:30 - 19:30 - Sab: 9:30 - 13:30
Close
Chiamaci allo 011.205.93.71

Come si deve procedere per definire al meglio una diagnosi odontoiatrica?

L’anamnesi medica e le sue implicazioni cliniche

L’importanza di effettuare una corretta ed assolutamente completa anamnesi, trascende le questioni medico legali.

E’ necessario sia effettuata con la massima privacy per il paziente (spazio dedicato), affinché abbia l’agio di poter spiegare liberamente la sua situazione medica.

 

foto ufficio togiere portaocchiali

 

La raccolta primaria di una storia medica completa, deve permettere di inquadrare dapprima il paziente nella sua interezza (salute e patologie, stile di vita e rapporto con il dentista), valutarne le eventuali patologie di ordine generale che possano essere considerate un concomitante fattore di rischio, e di indirizzare il paziente stesso al trattamento più consono per il problema individuato e per le sue aspettative.

 

Per questioni di massima attenzione e riproducibilità, si provvede alla registrazione ed alla compilazione di un questionario assistito, le cui informazioni sono comunicate dal paziente, coperto da privacy assoluta, con la migliore assistenza, anche per i pazienti più anziani, soprattutto se soli, da suggellare con una firma;

L’odontoiatra (dentista), quindi, dovrà leggere con attenzione le risposte fornite e chiedere chiarimenti sulle condizioni generali del paziente stesso.

In casi di infezioni croniche particolari in cui il rischio di infezioni crociate possa risultare alto, sia per i pazienti successivi sia per il personale medico e paramedico (quali epatiti di tipo virale, infezioni da herpes virus, positività per il virus HIV o malattie veneree), sarà bene identificare con precisione lo stato di malattia onde mettere in atto meccanismi di protezione ulteriori nei confronti dell’odontoiatra e di tutto il personale ausiliario, qualora si debba intervenire per le patologie odontoiatriche. Le nostre precauzioni sono sempre altissime, nel caso in cui il paziente soffra di una patologia non ancora diagnosticata o a lui non chiaramente nota.

 

Il percorso diagnostico

Il riconoscimento e il relativo piano di cure per il fastidio dichiarato, obiettivo della visita, costituiscono il compito più impegnativo per l’odontoiatra: una comprensione di tutti gli aspetti sarà un’utile base per la diagnosi.

 

Anamnesi odontoiatrica

L’anamnesi odontoiatrica identifica molto spesso il problema, guidando, in prima istanza, il percorso diagnostico; è importante ascoltare il paziente durante la descrizione della sintomatologia e guidandolo con delle domande chiare e precise.

E’ altre sì vero che raccogliere le informazioni corrette risulta arduo, pertanto è bene guidare il paziente nella descrizione con domande specifiche.

 

Un’adeguata seduta diagnostica prevede un procedimento preciso composto da passaggi specifici ed indispensabili

Scopri di più sulla nostra procedura diagnostica >